Lapo Baglini
NLP Coach & Trainer

"Amo ciò che faccio e faccio ciò che amo"

Chi sono

Nella vita sono coach, trainer, giornalista.

In tutto quello che faccio la mia Mission è sempre una:
Affianco persone, aziende, sportivi affinché possano essere se stessi al meglio ogni volta che vogliono.
Non permetto che nessuna parte del loro Talento vada sprecato e li accompagno nel loro percorso verso l’Eccellenza.

lapo-baglini-corso-di-self-coaching

Le mie pubblicazioni

Sono co-autore, insieme a Paolo Svegli, del libro Team Coaching in Azienda, edito da Phasar e, insieme a Stefania Ciani, del libro Marketing Coaching, edito da Franco Angeli.

Gloria Peritore campionessa mondiale ISKA di Kick Boxing 2020

Mental training sportivo

Tra le mie attività mi occupo di Coaching sportivo e affianco gli atleti nell’aumentare la loro forza mentale, ridurre le interferenze in modo da ottenere il massimo dalla propria preparazione atletica.

I miei ultimi post

1 giorno fa

Lapo Baglini
Password. E computer.Non lasciare mai che un computer sappia che sei di fretta. Sopratutto di lunedì mattina. Per capire meglio: le parti del sistema che si possono colpire con un martello (anche se sconsigliato dalla Gates Foundation e da Ciro Aranzulla, cugino meno conosciuto di Salvatore) sono chiamate hardware; quei codici di programma che si possono soltanto maledire sono chiamati software. Le password non fanno direttamente parte del software ma fungono da facilitatori di bestemmie. Aiutano cioè a dare alle proprie profanità guizzi creativi altrimenti poco comuni. È vero che Il 99% dei problemi di un PC è dato dall’elemento presente fra la tastiera e la sedia, ma anche qui le password, e le loro regole pensate da paranoici complottisti, hanno un qualcosa in più.Oggi affrontiamo, nell’immagine, i problemi relativi al creare una password. Le prossime settimane avremo: Salvare una password, Cambiare una password e Dimenticare una password, un grande classico. Buon inizio settimana e buone password 😀 ... Leggi di piùRiduci testo
Scopri su Facebook

3 giorni fa

Lapo Baglini
Bombe. Ti chiami Tsutomu Yamaguchi e sei un ingegnere che lavori per la Mitsubishi Heavy Industries. Ogg è il 6 agosto 1945 e sei in viaggio di lavoro a Hiroshima. Stai scendendo dal tram quando la prima bomba atomica, Little Boy, viene sganciata sulla città ad appena 3 km di distanza. L'esplosione ti provoca notevoli lesioni, ti distrugge i timpani, e ti lascia semi cieco con gravi ustioni sulla metà superiore sinistra del corpo. Ti avvolgono in bendaggi e resti per tutta la notte successiva in un rifugio antiaereo.Decidi poi di tornare alla tua città, Nagasaki, il giorno successivo. Rientri in azienda e stai spiegando ai tuoi supervisori quanto sei stato vicino alla morte, quando, a circa 3 km di distanza, viene sganciata la seconda bomba atomica, Fat Man. Sopravvivi.Negli anni diventi un attivista anti nucleare, e arrivi a parlare all'assemblea generale delle Nazioni Unite affinché le armi nucleari siano bandite. Ti spegni a Nagasaki, la tua città, il 4 gennaio 2010 all'età di 93 anni. Sei una delle 165 persone ufficialmente vittime di entrambe le bombe atomiche. Ne parla un documentario del 2006, intitolato Nijuuhibaku (Bombardati due volte). Qualche anno fa sono stato a Hiroshima per Natale. A quell’epoca non conoscevo la tua storia😊#hiroshima #nagasaki #nukebomb #tsutomu #survivor #storiedaleggere ... Leggi di piùRiduci testo
Scopri su Facebook

5 giorni fa

Lapo Baglini
Lupi. È presto, ancora due ore prima del primo coaching. Che poi è un mental training sportivo. Ho letto ieri sera delle cose sui lupi. I lupi solitari, cioè, quelli che sono stati cacciati dal branco, non si uniscono agli ululati dai loro angolini reconditi (anche perché non hanno Facebook). Né cercano di riunirsi al gruppo di cui facevano parte in origine. Però di tanto in tanto ululano per conto loro, quando il resto del branco sta in silenzio. Se risponde qualche altro lupo “reietto”, ecco che gli animali si riuniscono e danno inizio a un nuovo branco in qualche altro territorio libero.Ganzo. Un nuovo branco fatto di rifiutati, scacciati, magari anche incavolati. Chissà se sono i branchi più performante nella caccia…Una delle più grandi differenze fra uomini e lupi è che i lupi non permettono al più idiota fra loro di diventare capo branco. E non è una cosa da poco.Per quanto ci riguarda, l’età e l’esperienza ci insegnano a riconoscere i lupi cattivi, non ad evitare di subirne il fascino.Buona giornata lupesca 🐺 #mentaltraining🧠 #sportcoaching #plscoaching #timetofight #homohominilupus ... Leggi di piùRiduci testo
Scopri su Facebook

1 settimana fa

Lapo Baglini
Malinconia.Sapete l’emozione che mi provoca la ridente località di Calenzano. Già è una cosa triste. Poi immaginate quando piove. Poi immaginate di andarci su un treno regionale. Sicché mi sono messo a riflettere sugli stati emotivi apparentemente negativi. Ho letto varie cose. So perché sono triste, ma non saprei dire perché sono melanconico. Prolungandosi nel tempo senza mai raggiungere un’intensità particolare, gli stati melanconici cancellano dalla coscienza ogni motivo iniziale, presente invece nella tristezza. La malinconia e la felicità sono come due persone che fingono di non conoscersi e si incontrano di continuo ad appuntamenti segreti.Comunque si va a fare un corso di #crm 😀#training #trainingaziendale #crm #marketing #branding #calenzano #pomeriggipiovosi☔️ ... Leggi di piùRiduci testo
Scopri su Facebook

1 settimana fa

Lapo Baglini
A volte ritornano.Con Bianca Mazzinghi WSET3 Tasting Day. Bello tornare a scuola. È bello iniziare la settimana con un giorno di degustazioni. BWine School - Corsi WSET in Italia. Professionalità e divertimento sempre, in ogni cosa che faccio 😀Si finisce alle 18. Buon inizio settimana a tutti 🤗#bwineschool #WSET3 #winelover #plswine #staytuned #mondaymood ... Leggi di piùRiduci testo
Scopri su Facebook

1 settimana fa

Lapo Baglini
Ogni tanto leggi qualcosa che ti sorprende. La parità e l’uguaglianza non esistono né possono esistere. È una menzogna che possiamo essere tutti uguali; si deve dare a ognuno il posto che gli compete.Provate a indovinare chi l’ha detto. Grazie anche ai social pensiamo di essere tutti sullo stesso piano e che l’opinione di ognuno di noi valga allo stesso livello su qualsiasi argomento. Come se ci fosse un’unica gara a cui vogliono partecipare tutti. Il parere tuo e di un premio Nobel (sulla materia per cui ha vinto il Nobel) non valgono né varranno mai allo stesso modo. Ho avuto come professore di Diritto Costituzionale Paolo Barile, uno di quelli che la Costituzione l’ha scritta. Ecco diceva spesso:!secondo me, la giurisprudenza dice, sembra giusto che… Oggi tutti disquisiscono di tutto con una sicumera imbarazzante. Per loro.Ho bisogno degli altri ma non fino al punto di fare a meno di me.Ah, la frase di prima è di José Doroteo Arango Arámbula, più conosciuto come Pancho Villarivoluzionario e guerrigliero messicano. Buona domenica 😀#panchovilla #paolobarile #leonidatastiera🦁⌨ #laprevalenzadelcretino #sundaymood☀️ ... Leggi di piùRiduci testo
Scopri su Facebook