Lapo Baglini

Life and Business Coach
Mental Trainer
Viale Milton 49
50129 Firenze
Email lapo@plscoaching.it
Mob +39 347 3629216
P.IVA 02290610480

team building Archivi - Lapo Baglini
154
archive,tag,tag-team-building,tag-154,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

team building Tag

Rugby e Motivazione per squadreLa prima volta che Roberto mi ha chiesto "Ma tu lo sai come sono le bocce sportive?" mi sono sentito spaesato. Collegavo questo sport, che ho scoperto dopo ha una tradizione antichissima (in Turchia sono state ritrovate alcune sfere in pietra antenate delle attuali bocce, che risalgono circa al 7000 a.C.) ad anziani con cappelli di paglia che nei pigri pomeriggi festivi giocano su campi ombreggiati nella campagna toscana. Oppure alle bocce sulla spiaggia, sabbia e tiro di volo dato che quando atterrano, queste sfere pesanti e colorate, scavano buchette comode e da lì non si muovono. Mi ha soccorso un recente film di Aldo, Giovanni e Giacomo ("La banda dei Babbi Natale") dove si vedono dei bocciodromi moderni e tanta gente a fare il tifo.

Il coaching è il processo attraverso il quale si aiutano individui e gruppi di persone a raggiungere il massimo livello delle proprie capacità di performance. La sua essenza è liberare le potenzialità di una persona perché riesca a portare al massimo il suo rendimento; aiutarla ad...

httpv://www.youtube.com/watch?v=pL_JAtmRs3o E finalmente arriva anche il mini-video di questa bella esperienza di Coaching e Team Building con il Rugby, effettuata da 40 colleghi di Marini Pandolfi con la collaborazione di Schneider Electric. Non è stato facile condensare in un video di pochi minuti una giornata così ricca ed emozionante in modo da poterla raccontare al grande pubblico del web. Abbiamo fatto del nostro meglio per riportarvi il senso di un percorso che, per quanto breve, ci sbalordisce ogni volta, con ogni diverso gruppo, per la forza con cui riesce a trasmettere concetti, emozioni, meccanismi relazionali... insomma per la sua efficacia. Uno dei punti nodali è il confrontarsi su un terreno sconosciuto dove si è costretti ad adattarsi, correre dei rischi, operare anche senza conoscere tutte le risposte, gestire situazioni di ambiguità oppure trovarsi a svolgere attività più familiari elaborandole però da differenti punti di vista stimolando il pensiero laterale.

Due donne che si sollevano a tre metri da terra impegnate in una touche, mentre i loro colleghi le guardano con un misto di stupore e ammirazione... anche questa è la magia del Rugby & Team Building, che il 27 giugno scorso ha fatto breccia in MariniPandolfi. Come si vede anche nella loro gallery dell'evento, organizzato in collaborazione con Schneider Electric, la società toscana, che è oggi uno dei maggiori competitors nella distribuzione di materiale elettrico, illuminotecnica e automazione, ha partecipato all'attività di formazione outdoor con 40 impiegati provenienti da tutta la Regione. Ecco una breve gallery della giornata, in cui si è visto tanto agonismo ma anche voglia di giocare insieme e collaborare con l'obiettivo di fare meta!

Superare se stessi con performance sempre migliori è l'obiettivo di ogni grande atleta. Per questo bisogna arrivare pronti al momento in cui è richiesta la migliore prestazione, per esempio la gara decisiva per vincere una specialità alle Olimpiadi o un torneo internazionale, oppure l'attraversamento in equilibrio su una fune della distanza che separava le Torri Gemelle di New York. (E' accaduto davvero: lo ha fatto nel 1974 Philippe Petit). Gli atleti professionisti sanno bene che non basta allenarsi duramente ma che bisogna "strutturare" in maniera organica una performance eccellente. Imparando dalle tecniche usate da atleti che hanno raggiunto grandi risultati è così possibile ottenere prestazioni eccellenti anche nel business o in altri ambiti della vita. Questo è stato il tema di una giornata molto interessante organizzata dal CTC di Bologna nell'ambito del Programma Internazionale di Sviluppo delle Competenze Manageriali, iniziato il 30 giugno con l'intervento di Carlos Salum. Performance architect per sportivi del calibro della tennista Gabriella Sabatini, Salum ha trasferito con successo le competenze apprese in questo ambito al mondo del business.

C'era una volta un libro nato un po' per sfizio, un po' per scommessa, un po' per realizzare un desiderio e un po' di più, anzi soprattutto, per passione. Un giornalista, Lapo Baglini, docente e consulente aziendale, sui campi da rugby fin dall'età di 8 anni, ha trovato il modo di coniugare passione e professione. La prima edizione del libro La Comunicazione nelle Squadre di Rugby, è nata quasi in sordina, in pratica senza nessun investimento promozionale (potenza del web 2.0!), e subito ha destato attenzione in tutta Italia. Tanto che abbiamo pubblicato una seconda edizione con l'editore Phasar.

httpv://www.youtube.com/watch?v=g5kXtmKOF3k Il nuovo anno per FlorenceIN è iniziato alla grande! Con un notevole pubblico che ha partecipato ad una serata piacevole e originale presso The Glutton's Heaven. Si è parlato di Formazione esperienziale da tutti i punti di vista, grazie anche al contributo di Stogea. Non con un dibattito ma facendola sperimentare ai soci intervenuti grazie a 5 relatori-formatori particolarmente in forma. (La scaletta degli interventi la trovate nel post precedente) Per vedere tutti i video della serata andate sul canale di FlorenceIN. Serata molto movimentata: c'è chi si è lanciato in una touche, del tipo di quelle che si fanno sul campo da rugby, oppure in una mischia a sei con Lapo, che è anche il vicepresidente di FlorenceIN. Tutti si è sperimentato la relatività della propria percezione e l'importanza di mettersi in gioco (e di giocare) grazie a Giovanna, che ci ha introdotto nel mondo della formazione teatrale. Ecco una gallery fotografica...

La formazione outdoor, come quella che abbiamo messo in pratica sul campo da rugby (vedi il post precedente), può essere considerata un sottoinsieme della più generale formazione esperienziale. Che sia a cavallo, in teatro, in barca a vela o in una palestra di kung fu, si tratta sempre di percorsi che raggiungono la propria efficacia perché riescono a far esperire con immediatezza sensazioni, emozioni, concetti importanti per la crescita personale. E per raggiungere certi obiettivi di apprendimento la pratica è spesso più efficace della teoria. Specie se si tratta di cambiamenti che coinvolgono nostre paure, pregiudizi, atteggiamenti limitanti... Visto che ci abbiamo preso gusto, ne parliamo con un gruppo di formatori esperti lunedì 19, (ore 19.00 presso The Glutton’s Heaven, in via Gemignani 4/9 zona FirenzeNord/Peretola) nel primo evento del 2009 dell'associazione FlorenceIN.