Lapo Baglini

Life and Business Coach
Mental Trainer
Viale Milton 49
50129 Firenze
Email lapo@plscoaching.it
Mob +39 347 3629216
P.IVA 02290610480

Strategie di sopravvivenza per la fase due. - Lapo Baglini
16624
post-template-default,single,single-post,postid-16624,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Strategie di sopravvivenza per la fase due.

Strategie di sopravvivenza per la fase due.

Strategie di sopravvivenza per la fase due. Attenzione post didattico e da maestrino.

Devi promettere che sopravviverai, che non ti arrenderai qualunque cosa accada, per quanto disperata sia la situazione. Promettimelo adesso Rose, e non dimenticare mai questa promessa.

Così in un film allegro qualche tempo fa.

Allora per sopravvivere per prima cosa servono delle strategie. Cosa è una strategia? Una strategia è un piano d’azione di lungo termine usato per impostare e coordinare azioni tese al raggiungimento di uno scopo od obiettivo predeterminato. Il che implica che, per raggiungere l’obiettivo, siano necessarie una serie di operazioni separate, la cui scelta non è univoca e/o il cui esito è incerto.

Allora serve un obiettivo? Sì.
E cos’è un obiettivo? Obiettivo è una parola derivante dal latino dalla fusione dei due termini ob iactum=lanciato in avanti: quindi bisogna sapere dove si vuole andare. E si chiamerebbe visone: indica la proiezione di uno scenario futuro che rispecchia gli ideali, i valori e le aspirazioni di chi fissa gli obiettivi e incentiva all’azione. Con il termine visione quindi si intende l’insieme degli obiettivi di lungo periodo.

E poche persone (e anche organizzazioni, ma questa è un’altra storia) ce l’hanno. Adesso ancora meno del solito, visto il periodo.

Ci sarebbe anche la tattica, che ha lo scopo di pianificare al meglio una singola attività e deve tener conto di tutti i vincoli pratici e contingenti, ma non voglio essere peso.

L’essenza della strategia è scegliere cosa fare e, secondo qualcuno, ancora prima scegliere cosa non fare. Se oggi dedicaste anche solo dieci minuti a decidere cosa non farete più, avrete raggiunto grandi risultati.

Una strategia senza tattiche è il cammino più lento verso la vittoria. Le tattiche senza una strategia sono il clamore prima della sconfitta. Così Sun Tzu.

Troppo militaresco? Vero. Il libro è L’arte della guerra. Allora concludo con Khalil Gibran: La vita non è una questione di come sopravvivere alla tempesta, ma di come danzare nella pioggia…

E tutto quello che ho scritto non serve a nulla se non si passa all’azione, se non si combina qualcosa, se non si agisce. Agire infatti è il modo migliore per scoprire che cosa funziona e che cosa no. Nella nostra vita.

relaxandenjoy 😀 Buona giornata e buone priorità

Photo by Darius Bashar on Unsplash

No Comments

Post A Comment