Lapo Baglini

Life and Business Coach
Mental Trainer
Viale Milton 49
50129 Firenze
Email lapo@plscoaching.it
Mob +39 347 3629216
P.IVA 02290610480

Rugby & team building con MariniPandolfi - Lapo Baglini
267
post-template-default,single,single-post,postid-267,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Rugby & team building con MariniPandolfi

Rugby & team building con MariniPandolfi

Due donne che si sollevano a tre metri da terra impegnate in una touche, mentre i loro colleghi le guardano con un misto di stupore e ammirazione… anche questa è la magia del Rugby & Team Building, che il 27 giugno scorso ha fatto breccia in MariniPandolfi.

Come si vede anche nella loro gallery dell’evento, organizzato in collaborazione con Schneider Electric, la società toscana, che è oggi uno dei maggiori competitors nella distribuzione di materiale elettrico, illuminotecnica e automazione, ha partecipato all’attività di formazione outdoor con 40 impiegati provenienti da tutta la Regione.

Ecco una breve gallery della giornata, in cui si è visto tanto agonismo ma anche voglia di giocare insieme e collaborare con l’obiettivo di fare meta!

Dopo un’intensa mattina sul campo del Firenze Rugby 1931, si è pranzato tutti insieme nella bella terrazza della società sportiva, per poi fare il follow up dell’esperienza in una sala riunioni adiacente.

Anche in questo caso ciò che colpisce di più è la capacità del Rugby di rompere il ghiaccio immediatamente. Bastano pochi esercizi per cambiare umore e atteggiamento. La voglia di misurarsi con qualcosa di nuovo e fisicamente emozionante come il Rugby prende il sopravvento, negli uomini e soprattutto nelle donne.

Chi si dava del LEI comincia a darsi del TU. Si sente qualcuno fare commenti su altri colleghi del tipo: “non credevo che il tale fossi così… sono rimasto meravigliato”. Altri non pensavano neanche di partecipare all’inizio della giornata, oppure credevano di ritirarsi subito, e invece si trovano a giocare fino alla fine per segnare la meta della vittoria.

Nel pomeriggio si capitalizza l’esperienza insieme ad un Coach aziendale, in modo che i suoi influssi positivi si riflettano in azienda nel periodo successivo. Alla fine, insieme, si sono scelti e premiati i partecipanti più meritevoli… che non devono essere per forza i più prestanti.

Quello che è certo è che alcuni meccanismi sono cambiati nel gruppo di lavoro e dal giorno dopo i rapporti non saranno più gli stessi…


1Comment

Post A Comment