Lapo Baglini

Life and Business Coach
Mental Trainer
Viale Milton 49
50129 Firenze
Email lapo@plscoaching.it
Mob +39 347 3629216
P.IVA 02290610480

Ricordati sempre: il tuo focus determina la tua realtà. - Lapo Baglini
16610
post-template-default,single,single-post,postid-16610,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Ricordati sempre: il tuo focus determina la tua realtà.

Ricordati sempre: il tuo focus determina la tua realtà.

Ricordati sempre: il tuo focus determina la tua realtà.

Post aziendale su management e varie cose. Non andare avanti se non interessa.

Sto seguendo su MasterClass il corso di Bob Iger su Business e Strategia. Bob, per chi non lo sa, è stato amministratore delegato della Disney dal 2005 al 2020. Ha portato a casa l’acquisto, da parte di Disney, dei marchi Pixar, Marvel, Lucasfilm e 21st Century Fox. Adesso è l’attuale presidente esecutivo del consiglio di amministrazione della The Walt Disney Company. Il reddito netto annuale della Disney è aumentato di oltre il 400 percento sotto la guida di Bob. Quindi su Business e strategia ha qualcosa da insegnare. Anche su negoziazione, leadership e una serie di altre cose.

All’inizio di una delle lezioni, appare questa scena. E poi Bob spiega una cosa importante. Puoi avere solo tre priorità in azienda. Solo tre. L’amministratore delegato della Disney. Conosco persone che ne hanno trenta. Conosco aziende che ne hanno trenta al giorno. Che cambiano a fasi alterne. Ciclicamente. Trova la tue tre priorità più grandi e vivi per quelle priorità, altrimenti perderai per strada l’essenziale.

Una constatazione: questo periodo sta dimostrando che non è mai un problema di tempo, è sempre un problema di priorità. Quando stai vivendo un cambiamento importante devi sapere come evolvere.

Alcune persone mi hanno chiesto: come ripartiamo in azienda? Nel libro Niente teste di cazzo (il titolo è questo…) sono descritte le quattro fasi del cambiamento organizzativo:

Un motivo per cambiare
Una visione convincente del futuro
Una capacità duratura di cambiare
Un piano credibile da eseguire

Nella mia esperienza a volte manca la visione è vero, molto più spesso manca il saperla tradurre in semplici azioni quotidiane. Va tenuto presente che l’adattamento non è solo una reazione ma una serie sistematica di azioni. Pratiche.

Perché in fondo si tratta di fare delle scelte. Le priorità senza scelte sono indicazioni sfumate come il vino bianco nel risotto; le scelte senza aver chiare le priorità sono spesso fatte a caso o sull’onda dell’ultima emozione provata. Ecco quello che si potrebbe iniziare a fare è scegliere. Anche in azienda. E li è facile che ci sia sempre qualcuno che non comprenderà una tua scelta. Ma si sceglie per proseguire, non per essere compresi.

Sono le nostre scelte, Harry, che ci mostrano chi siamo veramente, molto più delle nostre capacità.

Buon fine settimana magico a tutti…

No Comments

Post A Comment