Lapo Baglini

Life and Business Coach
Mental Trainer
Viale Milton 49
50129 Firenze
Email lapo@plscoaching.it
Mob +39 347 3629216
P.IVA 02290610480

A Orlando con Bandler - La Valle - Lapo Baglini
497
post-template-default,single,single-post,postid-497,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

A Orlando con Bandler – La Valle

A Orlando con Bandler – La Valle

bandlerAppena arrivato al corso, neanche il tempo per riprenderti, vieni catapultato sul palco per fare una breve presentazione di te stesso. Ninente di che, ma ci sono 120 persone da tutto il mondo che ti guardano e la devi fare in inglese.

Già l’inglese. Siamo a Orlando per il Charisma Enhancement, il corso Training Trainer per prendere l’abilitazione che conclude il primo percorso in NLP. Già il primo, da Trainer in poi si comincia a studiare e a crescere davvero. Dicevamo della lingua. Qui in Florida ci sono tre tipi di stranieri non anglofoni, quelli che non sanno l’inglese o lo sanno molto poco, diversi giapponesi, qualche sudamericano, Stefano ;-); quelli che lo hanno studiato in Inghilterra e quelli che lo hanno studiato in America. Al di là di quello che vi dicono, se non capisci l’inglese qui è peggio che con le Fonzies, non godi nemmeno a metà. Ti perdi quasi tutto, Bandler e le installazioni, capisci poco gli esercizi, quello che ti insegnano i Master Trainer, come vedere un film di Kiarostami in lingua originale, sai qualcosa della trama e poco altro. Se non sai il russo e vedi Guerra e Pace, capisci che parla della Russia…

Poi ci sono gli student USA, e sono quelli che ridono alle battute, e i British-London, quelli che quando parla John col suo vocione e l’accento del New Jersey si guardano intorno smarriti pernsando di essere su Scherzi a Parte. Uno dei momenti indimenticabili è quando Adriano ha lasciato interdetto Bandler. Alla domanda “Ditemi un’esperienza dove il tempo sembra non passare mai”, il mio caro amico se ne è uscito con una frase correttamente British ma che in americano è suonata come “Quando hai una giornata libera davanti senza p…ini”. Bandler lo guarda e gli domanda da che paese arriva. Adriano con gli occhi sfuocati risponde “Italy” e Bandler, che ha capito bene che il dottor De Matteis non cercava di fare il simpatico, ha chiosato”Ah, it sounds really italian” fra l’ilarità statunitense.

Al di là del divertimento, e ce n’è tanto durante il corso, si tratta di una settimana indimenticabile, per tutto quello che apprendi (ed è tanto) e per tutto quello che condividi (e forse è ancora di più) con le persone a te più vicine. Conoscenti che sono diventati amici e amici che adesso sono ancora più amici.

Emozioni in ordine sparso: Stefano e una sua presentazione in veneziano, la doppia induzione di Federica e Stella, il sorriso di Maurilio che parla londinese con l’accento delle Langhe, il kimono di Elena e quello di Saki, la bravura nei feedback di Matheusz, le chiacchierate con Adriano, la grinta di Simone, i tre Moschettieri, l’esercizio sull’energia con Mitchell, la NLP per Joey, la passione di Alessandro, gli abiti impeccabili di Marco (ma come fa?), la strana coppia di Jerry e Lucio, il sosia brasiliano di Robbins, la voce di Laura, la musichetta di attaco prima delgi speech… e poi tutto il resto, tutto quello che è restato dentro di me e che fa capolino di tanto in tanto…

DSC01270Quando torni sei abbastanza sbalestrato, e non è solo questione di fuso. Già adesso sei Licensed NLP Trainer e provi due emozioni contrastanti: da un lato hai capito che ancora non sai un tubo di NLP e che devi studiare e studiare e applicarla e applicarla e applicarla. E dall’altro inizieresti il tuo Pract dopo due ore. Ma per quello c’è tempo. Neanche tanto, settembre è vicino!!!

Tags:
, ,
No Comments

Post A Comment