Lapo Baglini

Life and Business Coach
Mental Trainer
Viale Milton 49
50129 Firenze
Email lapo@plscoaching.it
Mob +39 347 3629216
P.IVA 02290610480

Il Credo dell’Ottimista. - Lapo Baglini
16054
post-template-default,single,single-post,postid-16054,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Il Credo dell’Ottimista.

Il Credo dell’Ottimista.

Il Credo dell’Ottimista.

Prometti a te stesso:

Di essere così forte che niente possa disturbare la pace della tua mente.
Di parlare di salute, felicità e prosperità ad ogni persona che incontri.
Di far sentire a tutti i tuoi amici che c’è qualcosa di speciale in loro.
Di guardare il lato positivo di ogni cosa e rendere il tuo ottimismo realtà.
Di pensare sempre per il meglio, di lavorare solo per il meglio, e di aspettarti solo il meglio.
Di essere entusiasta del successo degli altri tanto quanto lo sei del tuo.
Di dimenticare gli errori del passato e puntare verso i più importanti traguardi del futuro.
Di avere sempre un’aria allegra e di donare ad ogni essere vivente che incontri un sorriso.
Di dedicare così tanto tempo al miglioramento di te stesso da non avere tempo per criticare gli altri.
Di essere troppo capace per le preoccupazioni, troppo nobile per la rabbia, troppo forte per la paura; e troppo felice per permettere la presenza di problemi.
Di pensare bene di te stesso e di proclamarlo al mondo, non con parole gridate ma con azioni grandiose.
Di vivere credendo che il mondo intero sia dalla tua parte, finché sarai fedele a tutto il meglio che c’è in te.

“The Optimist Creed” è una sorta di dichiarazione personale scritta da Christian D. Larson, uno dei maggiori esponenti del Nuovo Pensiero, nel 1912. Si tratta di un testo, più volte rielaborato, che ha fatto il giro del mondo diventando un vero e proprio manifesto.

Last Chance U è una delle poche serie televisive che ha su di me un effetto compulsivo e The Optimist Creed l’ho visto appeso nello spogliatoio della squadra di football dell’università, mi ha incuriosito e mi ha fatto venire voglia di saperne di più 😉

No Comments

Post A Comment